Lo davano per morto, ma faceva l'imprenditore in Romania: arrestato latitante calabrese

Reggio Calabria, Sabato 10 Febbraio 2018 - 08:50 di Redazione

Un latitante, Pasqualino Ariganello, di 62 anni, imprenditore di Rosarno ritenuto dagli investigatori vicino alla cosca di 'ndrangheta dei Pesce, è stato arrestato ad Alba Iulia (Romania).    Era ricercato dal 2011 quando si sottrasse all'arresto disposto dal Tribunale di Modena dovendo scontare oltre 9 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta, insolvenza fraudolenta e appropriazione indebita. L'arresto è stato fatto dalla Direzione delle Investigazioni Criminali della Polizia Romena, in collaborazione con i carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro e il supporto del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia-S.i.Re.n.e. I carabinieri di Rosarno hanno accertato che, benché i familiari ne avessero annunciato la morte, Ariganello lavorava in Romania dove aveva aperto attività nella ristorazione e nell'edilizia. La Procura di Modena ha quindi emesso un mandato di arresto europeo eseguito dalla Polizia romena sulla base delle indicazioni fornite dai carabinieri.   

Ansa



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code